lunedì 6 febbraio 2017

Cappellano militare: Il lembo di mantello

Ad una ferita serve anzitutto un "lembo di mantello". Non è molto, non è la soluzione, ma è quanto sa di potersi aspettare dalla vita colui che, guardandosi, non riesce a vedere altro che le proprie brutture.

Come un ginocchio sbucciato che chiede un cerotto: non è la guarigione, ma la condizione per arrivarci.

Il cerotto è testimone di pazienza, perché la guarigione costa tempo e sofferenza, ma merita fiducia.

Il cerotto è segno di speranza, rimando a quel "domani" in cui potrà scivolare via, perché la sua missione sarà finita.

Ogni uomo ha una ferita in cui chiede di essere incontrato da Colui che solo possa guarirlo: tu ricorda di essere per lui un semplice cerotto, con pazienza e speranza.


Don Carlo Pizzocaro




Se vuoi restare in contatto con noi puoi trovarci su Facebook e su Telegram


Nessun commento:

Posta un commento