martedì 14 marzo 2017

Cappellano militare: Carta, inchiostro e penna

Come si scrive il Vangelo?

Tu sei la carta, quindi servono inchiostro (Verità) e penna (Carità). Ma, si sa, inchiostro e penna possono "ammalarsi".

Ci può essere una Verità muta: ciò che è più profondo, diventa definitivamente sepolto. Ci può essere una Carità vuota: ciò che è più accessibile, diventa superficiale.

Il Vangelo ti è dato perché si scriva nella carta che sei: grida con amore e ama veramente.


Don Carlo Pizzocaro




Se vuoi restare in contatto con noi puoi trovarci su Facebook e su Telegram


Nessun commento:

Posta un commento