martedì 29 dicembre 2015

Lettera dal fronte: usa e getta...

Il cantante (che dovrebbe cantare e non sproloquiare!!!) Biagio Antonacci sulla RAI (a cui pago il canone e ne sono sempre più dispiaciuto non guardandola mai e soprattutto se usa così male i miei soldi) dice che "i figli vanno dati a chi se lo può permettere".
Ecco condensata in pochissime parole la mercificazione dell'essere umano che non poteva che iniziare ovviamente dai più deboli e indifesi e cioè i bambini, ordinati da chi se li può comprare e portare a casa come si fa con un qualsiasi altro oggetto. E così ci proveranno a farcela entrare in testa questa idea, in fondo sono mesi, anni che ci martellano e lo faranno ancora di più in gennaio per ottenere l'approvazione del ddl Cirinná con annessa stepchild adoption.
Attenzione però! Se le persone diventano oggetti allora come tali possono non piacere, non corrispondere a ciò che si immaginava, passare di moda o semplicemente non servire più per cui si può tranquillamente liberarsene.
Ma ricordatevelo voi tromboni che in televisione, per radio o sui giornali ripetete a spron battuto gli slogan dei diritti per tutti ad ogni costo. Dopo la commercializzazione degli esseri umani seguirà rapidamente ed inevitabilmente l'eutanasia perché si dovrà pure poter "scartare" quello che non serve no? Persone comprese. E guarda caso ce lo hanno ricordato i radicali proprio nei giorni di Natale rivelando di aver accompagnato una loro militante alla "dolce morte" in terra elvetica. E sono così gentili da offrirsi di pagare le spese a tutti quelli che volessero accedere al servizio.
Meditate gente, meditate e tremate anche un po'...






Se vuoi restare in contatto con noi puoi trovarci su Facebook e su Telegram


Nessun commento:

Posta un commento